NEWS

Home / Archive by category "NEWS"
Integrazione suite – pigna

Integrazione suite – pigna

Gentile Notaio,

abbiamo il piacere di confermarle che a brevissimo sarà disponibile l’integrazione tra Suite Notaro e Pigna* la piattaforma tecnologica di MutuiOnline che permette l’interscambio delle informazioni e dei documenti con le Banche finalizzato all’erogazione del mutuo per compravendite immobiliari.

Grazie all’integrazione, le cui funzioni di automazione riducono al minino le attività manuali dell’operatore, il Suo Studio potrù  conseguire enormi benefici in termini di efficienza, semplificazione operativa e riduzione dei tempi e dei costi necessari per la gestione di tutte le fasi del processo.

L’integrazione sarà disponibile per Suite Notaro Saas a partire dal week-end dal 28-29 settembre con il prossimo aggiornamento 5.4 SP6.

 

Cosa fare per attivare l’integrazione?

Con l’aggiornamento introdotto del SP 6, lanciando Suite Notaro vedrà comparire una maschera informativa con queste indicazioni.

Pigna2

Qualora volesse attivare l’integrazione, potrà cliccare sul link presente nella maschera e compilare il form di richiesta. Sarà successivamente contattato dal suo Centro di Assistenza

NotaioNext

NotaioNext

NotaioNext è la nuova piattaforma digitale integrata di OA SISTEMI che rivoluziona gli standard gestionali del mondo notarile.

ASLA: diritto al futuro

ASLA: diritto al futuro

OA Point S.r.l. sarà sponsor del convegno: DIRITTO AL FUTURO presso il palazzo Mezzanotte (Milano) il 18 maggio 2018.

NotaioNext

NotaioNext

notaio next

Si è da poco conclusa la 52ª edizione del Congresso nazionale del Notariato, con la quale è stato presentato NotaioNext, la nuova soluzione software di OA Sistemi per lo studio notarile.

Nuovo Modello di dichiarazione di successione e voltura catastale

Nuovo Modello di dichiarazione di successione e voltura catastale

Il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 27 dicembre 2016 segna un punto di svolta in materia di disciplina della dichiarazione di successione, con l’approvazione del “Nuovo Modello di dichiarazione di successione e voltura catastale” e delle relative modalità di compilazione e presentazione telematica.

Questo provvedimento stabilisce che, dal 23 gennaio 2017, le dichiarazioni di successione con data di apertura a partire dal 3 ottobre 2006, potranno essere presentate telematicamente utilizzando il Nuovo Modello, che diventerà obbligatorio a partire dal 1 gennaio 2018.

È stato comunque previsto un periodo transitorio, motivo per cui fino al 31 dicembre 2017 si potrà ancora presentare la dichiarazione di successione utilizzando il vecchio modello 4 in formato cartaceo presso gli Uffici Territoriali dell’Agenzia delle Entrate.

Il nostro gestionale per Notai Suite Notaro, dalla versione 5.3, è già predisposto per la generazione del file telematico della successione.

In particolare, sono state effettuate le implementazioni che si sono rese necessarie per la compilazione dei nuovi quadri presenti nel modello telematico ed è ora possibile effettuare il calcolo automatico delle imposte e sanzioni da pagare per il ravvedimento operoso, in caso di presentazione della dichiarazione fuori dai termini.

Per informazioni contattaci tramite il form.

PCT interruzione dei servizi informatici nel settore civile

PCT interruzione dei servizi informatici nel settore civile

OGGETTO: PCT interruzione dei servizi informatici nel settore civile

Egregio cliente, con la presente desideriamo informarLa che Il Ministero della Giustizia ha comunicato che a causa di attività di manutenzione e per installare nuove modifiche, i sistemi informatici del settore civile saranno interrotti dal 15 settembre al 18 settembre 2017 nel distretto della Corte d’Appello di Milano e di Napoli e dal 29 settembre al 2 ottobre 2017 presso tutti gli altri uffici giudiziari (compresa la Corte di cassazione).
In particolare, le interruzioni si svolgeranno con le seguenti modalità e tempistiche:

  1. uffici del distretto della Corte d’Appello di Milano e del distretto della Corte d’Appello di Napoli: interruzione dalle ore 14:00 del 15 settembre 2017 fino alle ore 8:00 del 18 settembre 2017;
  2. tutti gli altri uffici giudiziari compresi la Corte di Cassazione, i Giudici di Pace e il Portale dei Servizi Telematici: interruzione dalle ore 14:00 del 29 settembre 2017 fino alle ore 8:00 del 2 ottobre 2017.

In questo periodo sarà possibile:

  1. il deposito telematico da parte degli avvocati, dei professionisti e altri soggetti abilitati poiché il servizio PEC sarà attivo;
  2. sarà possibile usare il deposito, ma i messaggi relativi agli esiti dei controlli automatici potrebbero pervenire solo al riavvio definitivo dei sistemi dei singoli distretti.

Invece, non si potrà:

  1. consultare i fascicoli degli uffici coinvolti dal fermo;
  2. consultare i registri di cancelleria poiché indisponibili;
  3. procedere alle consultazioni e scaricare i fascicoli da parte di tutti gli utenti interni (magistrati e personale di cancelleria).

Saranno indisponibili tutti i servizi informativi del settore civile e in particolare:

  1. l’aggiornamento (anche da fuori ufficio) della consolle del magistrato;
  2. Il deposito telematico di atti e provvedimenti da parte dei magistrati;
  3. tutte le funzionalità del portale dei servizi telematici;
  4. tutte le funzioni di consultazione da parte dei soggetti abilitati esterni;
  5. i pagamenti telematici.

Non subiranno interruzioni le funzionalità di deposito telematico degli atti di parte.

Per le comunicazioni ufficiali in merito alle interruzioni verificare sempre quanto riportato su PST:

http://pst.giustizia.it/PST/it/pst_3_1.wp?previousPage=homepage&contentId=NEW4118

Chiusura per Ferie – Agosto 2017

Chiusura per Ferie – Agosto 2017

Comunichiamo che i nostri uffici resteranno chiusi per ferie il giorno 14 agosto.

Le attività riprenderanno regolarmente il giorno 16 agosto.

Split Payment

Split Payment

Con il meccanismo della scissione dei pagamenti dell’IVA o Split Payment, alcune tipologie di soggetti sono tenuti a versare direttamente all’erario l’imposta sul valore aggiunto (IVA) addebitata dai loro fornitori.

La manovra correttiva, con il DL 50/2017, ha esteso l’applicazione di questo meccanismo anche ai professionisti, ai soggetti cioè che effettuano prestazioni cui si applica la ritenuta alla fonte a titolo di imposta.

È stata anche ampliata la platea degli enti tenuti ad applicare suddetto meccanismo IVA:
amministrazioni pubbliche soggette all’obbligo di fatturazione elettronica;
società controllate da Ministeri e dagli Enti Locali;
società quotate nella Borsa Italiana all’indice FTSE MIB.

ESEMPIO: EMISSIONE FATTURA DA PARTE DEL NOTAIO VERSO UN SOGGETTO SPLIT PAYMENT
Supponiamo di dover emettere fattura verso il Comune di Milano, per un importo totale di € 1.220 (1.000+IVA).
I passaggi da seguire sono i seguenti:
1. La stampa della fattura dovrà indicare la dicitura di scissione dei pagamenti.
2. La fattura esporrà un
totale di € 1.220, mentre il netto a pagare sarà della sola parte imponibile di € 1.000.
3. Il Comune di Milano avrà un debito di € 1.000 nei nostri confronti, e di € 220 verso l’erario.
4. Il registro IVA Vendite dovrà indicare regolarmente tali operazioni.
5. La liquidazione IVA non terrà conto dell’importo IVA, bensì solo dell’imponibile.